L’Agenzia d’Affari per il recupero crediti presso terzi del Dr. Elmo Santo con sede in Torino Via Amedeo Peyron n. 13, effettua il servizio stragiudiziale del Recupero Crediti, solo in caso di segnalazione di un'Azienda o di un privato i cui crediti (dimostrabili con fatture e altri documenti contabili e/o fiscali certi) non siano ancora stati riscossi e vi sia il dubbio che possano essere pagati dal debitore.

Il cliente dovrà innanzitutto corrispondere all’Agenzia la cifra di € 49,00 + I.V.A. per l’attivazione della pratica. Dopo la firma sul mandato d’incarico e l’indicazione di tutti gli elementi necessari per evitare futili spese, quali ad esempio l’attuale residenza ovvero il domicilio del debitore, l’attuale occupazione lavorativa ed ogni altro elemento utile al suo rintraccio, l’Agenzia invierà al debitore, con raccomandata, un sollecito di pagamento. Se questo sollecito non dovesse sortire l'effetto desiderato (liquidazione volontaria della fattura, o titolo equipollente) si passa ai solleciti telefonici e, nei casi più ostici, a più “visite domiciliari di convincimento” effettuate da personale specializzato e regolarmente autorizzato dalla Questura di Torino.

Se il debitore è collaborativo, si tenterà quindi di elaborare una soluzione di pagamento che sia consona alla situazione finanziaria del debitore stesso (piano di rientro).

Ottenuto il credito vantato dal creditore, lo stesso dovrà corrispondere all’Agenzia D’Affari per il recupero crediti conto terzi del Dr. Elmo Santo il 12% sulla sola cifra di denaro effettivamente recuperata.

Occorre precisare che nell'eventualità di un incarico infruttuoso, l’Agenzia rilascerà una dettagliata relazione tecnica sulle operazioni investigative svolte. 

In quest'ultimo caso, prima di rivolgersi ad un legale l’Agenzia consiglia di effettuare un’indagine conoscitiva di natura patrimoniale (c.d. recupero credito investigativo). Tale attività consentirà di acquisire informazioni certe sulle reali disponibilità finanziarie ed economiche del debitore. Tale attività non rientra nel costo di attivazione della pratica, ma ha un costo di € 260,00 + IVA. In 20 giorni lavorativi l'Agenzia provvederà ad acquisire preziosissimi dati presso la Camera di commercio, gli uffici anagrafici situati su tutto il territorio Nazionale, il Pubblico registro automobilistico e la Motorizzazione civile, la Cancelleria fallimentare presso il Tribunale, il Catasto, la Conservatoria dei Registri immobiliari, consulterà l'archivio Nazionale ed Internazionale di almeno 200 testate giornalistiche ed altro molto ancora. Al termine verrà rilasciato un dettagliato dossier info-investigativo di natura patrimoniale che segnalerà il livello di criticità economica del debitore. Pertanto un'analisi economica/patrimoniale completa ed esauriente!

Tali importanti informazioni serviranno al cliente per decidere se procedere -con l'ausilio di un Avvocato- nella richiesta del pignoramento dei beni mobili ed immobili eventualmente reperiti durante l'accertamento investigativo patrimoniale (e che il debitore cercava di occultare), ovvero desistere per evitare inutili spese legali e giudiziarie.